Televizijos bokštas




Nella foto: la "Torre della televisione" di Vilnius. Alta 326,5 metri, fu ultimata nel 1980. Il 13 Gennaio 1991, dopo la proclamata indipendenza della Lituania, le truppe sovietiche ne presero il controllo. La popolazione tentò di insorgere e negli scontri morirono 14 civili, un soldato russo e in 700 rimasero feriti.

Avvertenza

E' consentito riportare e linkare gli articoli di questo sito, a patto che vengano riportati nome, cognome e fonte. L'autore si avvale della facoltà di tutelare i contenuti qui pubblicati nelle sedi e nei modi che riterrà più opportuni.
Il blog di Andrea Russo è un sito di opinione e di intrattenimento. Non è, nè intende, essere una testata giornalistica e non ne ha le caratteristiche (redazione, periodicità fissa, registrazione presso un tribunale, et cetera).
E' pertanto dispensato dalle regole riguardanti la stampa nei periodi elettorali.

La tua pubblicità su questo sito

LA TUA PUBBLICITA' SU QUESTO SITO

Il blog di Andrea Russo conta più di 30 000 pagine visualizzate all'anno. Vuoi pubblicizzare la tua attività su queste pagine? Puoi contattarmi all'indirizzo email: andrearusso1979@hotmail.it


domenica 6 settembre 2015

Vittoria roboante del Livorno: quattro schiaffi al Pescara

(A sinistra: Daniele Vantaggiato) La stagione degli amaranto parte bene, grazie ad una facile vittoria sul Pescara su cui ha influito molto l'espulsione al 5' del portiere ospite Fiorillo. 

I padroni di casa iniziano il match con un 4-3-3: Pinsoglio; Gasbarro, Ceccherini, Morelli, Lambrughi; Aramu, Luci, Schiavone; Pasquato, Fedato, Vantaggiato è l'undici iniziale deciso dall'allenatore Christian Panucci. 

Il Pescara di Oddo risponde con Fiorillo; Bunoza, Fornasier, Zampano, Crescenzi; Valoti, Selasi, Zuparic; Benali; Vukusic, Caprari a disegnare un 4-3-1-2. 

Al 5' c'è l'episodio più importante della partita: Caprari perde un pallone a centrocampo, Fedato si invola in area e l'estremo difensore ospite Fiorillo lo atterra: rigore ed espulsione per lui. 

Il Pescara è in dieci e senza portiere; Oddo fa dunque entrare Aresti a difendere i pali rinunciando alla punta Vukusic. 

Vantaggiato, dal dischetto, realizza con un potente e angolato rasoterra che termina alla destra di Aresti. 1-0 per il Livorno al 7'. 

Dopo un goal probabilmente regolare annulato a Morelli per fuorigioco,al '33 Vantaggiato (splendida partita la sua) resiste alla carica di due difensori del Delfino e insacca da pochi metri: 2-0 e divario che si fa imbarazzante tra le due squadre anche in termini di gioco. 

Al 41' Ceccherini, su calcio d'angolo, mette la palla dentro con un bello stacco di testa: e sono tre. Il secondo tempo è soporifero: gli amaranto controllano bene la situazione col palleggio, il Delfino è impalpabile e a nulla servono gli ingressi in campo di Testi e Forte a far rifiatare Benali e Crescenzi. 

Per il Livorno entrano Cazzola per Pasquato, Vajushi per Fedato, Comi per Vantaggiato ma si continua a sonnecchiare. 

L'unica emozione della ripresa giunge al 53' da Fedato che, prima della sua sostituzione, fa in tempo a raccogliere un bel lancio del talentuoso Luci; la palla compie due rimbalzi e poi l'attaccante toscano trafigge Aresti. 

Il Livorno è partito bene, ha giocato una buona gara ma si è trovato la strada in discesa. Oltre all'harakiri di Fiorillo ad inizio partita, il Pescara è sembrato indietro nella preparazione atletica; 

i suoi giocatori hanno corso poco e i difensori spesso non hanno bloccato azioni facili da contrastare, con responsabilità su tre delle quattro marcature livornesi. Venerdì prossimo alle 20:30 il Pescara riceverà il Perugia nell'anticipo della seconda giornata mentre il Livorno sarà di scena a Como sabato alle 15:00. 

Andrea Russo

Articolo pubblicato su Calcioweb.eu

Nessun commento: